You are currently viewing Migliori reti a doghe

Migliori reti a doghe del 2021, la classifica.

Quali sono le migliori reti a doghe del 2021? Scoprilo in questa classifica completa e sempre aggiornata con i migliori modelli disponibili online!

Argomentazioni trattate:

Storia delle reti a doghe.

Le reti sono dei supporti che, posizionati in varia maniera a livello del telaio del letto, svolgono la funzione di sostenere il materasso.

Una volta erano costituite principalmente da strutture metalliche, che impedivano l’inarcatura del materasso, allora imbottito di fibre naturali, al fine di garantire una corretta posizione posturale durante il sonno.

Attualmente, con la diffusione di materassi in lattice o di quelli in memory, che sono caratterizzati da un’elevata elasticità, le strutture portanti delle reti sono preferibilmente costituite da doghe in legno di faggio, anche se non sono state del tutto eliminate quelle metalliche.

Le doghe sono dei supporti lignei incurvati, con una superficie concava ed una convessa rivolta verso l’alto, la cui funzione risulta quella di ammortizzare il peso della persona che si stende sul materasso.

Relativamente a questi prodotti, vi è stato un ininterrotto processo di ricerca ed evoluzione, finalizzato a rendere sempre migliore la qualità del sonno, che, come si sa, risulta essere uno dei fondamenti per il benessere generale di tutto l’organismo, che, durante la notte, ricarica le proprie energie.

Se inizialmente tutte le attenzioni erano rivolte soltanto ai materassi, le più recenti linee guida hanno suggerito anche la fondamentale importanza delle reti, che, da semplici tavole di legno, si sono trasformate in perfezionate strutture a doghe.

Queste non sono altro che dei semplici listelli di legno, in grado di distribuire uniformemente il peso del corpo durante il riposo notturno, ovvero in una fase durante la quale tutti i muscoli sono inattivi, e pertanto potrebbero assumere delle posizioni errate e potenzialmente dannose.

Grazie allo spazio frapposto tra un elemento e quello successivo, sono in grado anche di permettere al materasso di traspirare liberamente.

Oggi, per assicurarsi un riposo ottimale, bisogna considerare l’importanza di un vero e proprio sistema letto, formato dal materasso e dal suo alleato: la rete; questi due componenti, infatti, si completano a vicenda, per assicurare le migliori prestazioni a coloro che ne faranno uso.

Le migliori reti a doghe del 2021, la classifica!

TORNA AL MENU DELLA PAGINA

Come scegliere la giusta rete a doghe?

Un presupposto fondamentale nella selezione di una rete a doghe è rappresentato dalla tipologia di materiale costituente: le doghe possono essere fatte in ferro oppure in legno.

Una rete a doghe in legno, preferibilmente di faggio, sfrutta innanzitutto l’elasticità e la resistenza di questo materiale naturale, che offre ottime garanzie di efficacia e di comfort, mentre quelle in ferro si presentano molto più rigide, anche se la robustezza e la stabilità sono identiche nei due casi.

La rete a doghe larghe (ognuna di circa venti centimetri) è in grado di fornire un piano d’appoggio molto omogeneo, ed è quindi consigliata a chi ricerchi una certa rigidità di sostegno, ed andrebbe abbinata a materassi di notevole spessore.

Quella a doghe strette (ognuna della misura di dieci centimetri) è decisamente più flessibile, ed offre una maggiore elasticità, con ottime potenzialità ammortizzanti.

Un suggerimento utilissimo è quello di abbinare sempre la rete ad un coprirete, per minimizzare gli effetti nocivi dell’umidità da condensa.

Un altro aspetto da prendere in esame è quello della moderna tecnologia di produzione delle reti.

Esistono delle innovative reti a doghe con ammortizzatori, in cui esse non vengono appoggiate direttamente sul telaio del letto, ma su dei supporti in caucciù, un materiale plastico molto adattabile ai movimenti, che agisce in maniera tale da minimizzare le sollecitazioni provocate dai movimenti del corpo su essa adagiato.

Queste reti, quindi sono estremamente consigliabili poiché supportano la funzione del materasso nell’adattarsi anatomicamente alla forma del corpo, seguendone gli spostamenti durante le ore di sonno, ricordando che la schiena, di notte, ha bisogno di maggior riposo rispetto alle altre parti del corpo.

Si tratta dunque di un sistema dinamico, tipicizzato da una notevole e benefica elasticità di prestazione.

Se si desidera poter usufruire del meglio attualmente in commercio, si devono acquistare le reti elettriche a doghe, che hanno veramente segnato una tappa fondamentale nel loro processo di evoluzione e di perfezionamento.

Il meccanismo che sta alla base del funzionamento, che si realizza tramite un motore collegato alla rete elettrica, rende possibile un movimento completo di alcune parti della struttura del letto.

Esistono anche versioni a spostamento manuale, molto più economiche, ma meno performanti e poco utilizzate.

SCOPRI LE MIGLIORI RETI ELETTRICHE

Un’altra variabile di cui tenere conto nella scelta della giusta rete a doghe è quella collegata al numero di doghe, considerando che, quanto maggiore sarà il loro numero, tanto migliore sarà la qualità del riposo.

Non bisognerebbe mai scendere al di sotto di quattordici elementi, dato che gli spazi liberi e soprattutto le loro dimensioni, offrono notevoli probabilità di rischio per una postura scorretta.

Bisogna poi porre la massima attenzione relativamente all’altezza della rete, che non deve essere inferiore ai settanta centimetri dal suolo, per garantire un ottimo comfort anche in fase di seduta e di alzata dal letto.

Inoltre, una certa distanza dal pavimento, assicura massima sicurezza contro polvere ed eventuali invasioni da parte di insetti, come gli acari, abituali ospiti di materassi, coperte e cuscini. Questa altezza garantisce anche ad allontanare chi dorme dal freddo e dall’umidità , soprattutto durante la stagione invernale.

TORNA AL MENU DELLA PAGINA

Reti ortopediche a doghe.

Le reti ortopediche a doghe rappresentano il fattore più prezioso per assicurare un riposo di qualità.

La loro struttura consiste in una cornice in acciaio (il telaio), generalmente a sezione cava, per offrire una maggiore leggerezza, e nelle assi concave/convesse di legno, che devono essere sia resistenti che dotate di un ottimo coefficiente di deformabilità.

In alcuni casi, anche il telaio può essere fatto di legno.

Dopo l’assemblaggio dei vari componenti, la rete ortopedica viene sottoposta a numerosi collaudi per le prove di carico, allo scopo di verificarne la robustezza, la deformabilità ed il peso massimo che può essere sostenuto.

Queste reti ortopediche offrono la possibilità di regolare la rigidità nella zona lombare, e possiedono generalmente due motori separati, finalizzati a sollevare sia la zona della schiena che quella degli arti inferiori, consentendo di ottenere una posizione di seduta, oppure alzare soltanto le gambe.

Un modello di questo tipo viene raccomandato per chi è costretto a dormire seduto. Il loro meccanismo è regolato da un telecomando allegato.

Una variabile molto importante per assicurarsi la massima resa è quella della scelta di un materasso adatto e che deve combaciare perfettamente con la struttura portante; per le reti ortopediche elettriche, ad esempio, sono consigliati unicamente materassi predisposti.

Una rete ortopedica a doghe singola misura di solito 80×190 centimetri ed è alta 35 centimetri.

Queste sono misure standard, poi ogni azienda può proporre leggere variazioni in funzione di svariate esigenze.

I modelli di nuova generazione offrono un’interessante novità: la diminuzione della distanza tra le estremità su cui la rete poggia a terra.

Questo significa una migliore compressione della struttura in acciaio, e quindi contempla la possibilità di venire utilizzata senza alcun problema anche da persone in sovrappeso.

Non da ultimo, tale caratteristica offre significativi vantaggi anche da un punto di vista di durevolezza nel tempo: il prodotto rimane utilizzabile per più anni rispetto alle reti tradizionali.

Il telaio portante dovrebbe essere realizzato in acciaio selezionato specificamente per l’elevata resistenza, di solito verniciato mediante polveri epossidiche.

La sagoma standard misura 40×36 centimetri, ed è priva di saldatura. Un’ottima opportunità è rappresentata dalla doppia barra di rinforzo che si riscontra nei modelli matrimoniali, che superano la misura di 140×190 centimetri.

Essa conferisce al prodotto una solidissima tenuta.

È buona norma accertarsi che i quattro piedi di acciaio vengano forniti insieme a tappi antiscivolo, preferibilmente in plastica.

Gli angoli antinfortunistici dovrebbero essere realizzati in nylon e fibra di vetro dall’elevata resistenza.

I prodotti made in Italy solitamente garantiscono l’utilizzo di materiali completamente atossici, riciclabili, assolutamente privi di emissioni e di campi elettromagnetici.

Affidarsi alla qualità e alla sicurezza, seppure a fronte di un prezzo consistente, è sempre una scelta responsabile.

Infine, anche se può essere scontato, bisognerebbe affidarsi ad aziende che rilasciano una garanzia di almeno due anni, come prova di serietà del produttore e come tutela del consumatore.

Consigliato l’acquisto della rete ortopedica Evergreenweb, acquistabile su Amazon:

Un altro prodotto, rigorosamente made in Italy, che può essere preso in considerazione all’interno di questa categoria, è quello proposto da Goldflex, una rete singola ortopedica fissa, con doghe in legno di faggio.

La struttura si presenta solida ma al contempo piacevolmente leggera, i piedi sono di facile montaggio ed è proposta anche l’opportunità di scegliere l’altezza.

Interessante la possibilità di regolare l’intensità della tensione delle doghe centrali: il comfort è soggettivo, e questa rete si adatta a qualsiasi esigenza.

Il telaio, verniciato con polveri atossiche, è realizzato in metallo.

Anche Farmarelax propone un modello accattivante di rete ortopedica a doghe: pur essendo un prodotto molto classico, si distingue per l’elasticità delle doghe in faggio di cui dispone.

Esse garantiscono infatti un perfetto sostegno del corpo, un’eccellente traspirabilità mediante la libera circolazione dell’aria a livello della parte inferiore del materasso.

Oltre alle misure standard, 80×190, 120×190, 160×190 centimetri, sussiste l’opportunità di richiedere misure personalizzate, che l’azienda confezionerà su richiesta.

TORNA AL MENU DELLA PAGINA

Doghe.

Col termine “dogasi intende definire una struttura piatta, generalmente in legno di faggio, più raramente di betulla, comprendente una faccia concava ed una convessa, che vengono incurvate attraverso una procedura a vapore, dalle dimensioni variabili tra dieci centimetri (doga sottile) e venti centimetri (doga larga).

Queste liste di legno di faggio multistrato, vengono utilizzate per formare la base di alcuni tipi di letti, e fungono da appoggio per i materassi.

Vengono disposte affiancate, con gli estremi che poggiano su appositi supporti del telaio del letto.

Attualmente hanno sostituito, nella maggior parte dei casi, le classiche reti in maglia di metallo, per la loro maggiore comodità ed efficacia nel garantire una postura giusta durante il sonno.

Le doghe si differenziano tra loro per dimensione e flessibilità. Quelle che vengono fissate direttamente al perimetro del letto, sono caratterizzate da un’elevata rigidità, e sono adatte a materassi tradizionali a molle.

Quelle invece inserite in giunti deformabili, risultano molto più flessibili ed ergonomiche, e sono da abbinare preferibilmente a materassi in lattice.

L’azienda Cortassa, attiva dal lontano 1903, è specializzata in prodotti per un sano riposo, tra cui le speciali doghe in faggio multistrato, presenti in commercio sotto forma di kit da tre pezzi ciascuno.

La curvatura è realizzata mediante il classico trattamento con vapore, e i listelli manifestano un’ottimale resistenza, elasticità e compattezza. Le misure sono 6,7x79x0,8 centimetri, in generale è sempre fondamentale accertarsi che corrispondano alla rete a cui sono destinate.

Il kit costituito da tre listelli curvati in legno di faggio è disponibile ed acquistabile sul sito Amazon:

Un’altra opzione di acquisto di singole doghe è rappresentata dal prodotto realizzato in betulla, proposto dall’azienda Bed Store, sistemi di riposo.

Le misure sono 6,6x79x0,8 cm, la curvatura è realizzata anche in questo caso tramite applicazione di vapore. Sono garantite durevolezza ed elasticità anche nel lungo periodo.

TORNA AL MENU DELLA PAGINA

Doghe a doppia arcata.

Un importante presupposto per dormire bene è rappresentato dal fatto che il letto non deve mai fare inarcare la schiena oppure accentuarne le curvature, poiché, in tal caso, provocherebbe notevoli danni posturali e conseguenti sindromi dolorose all’apparato muscolo-scheletrico.

In particolare, è risaputo che la colonna vertebrale ed il collo devono giacere sulla stessa linea, mentre il bacino e le spalle, così come gli arti superiori ed inferiori, devono stare su piani differenti e non assumere delle posizioni innaturali oppure forzate.

Le doghe a doppia arcata sono state studiate appositamente per le differenti tipologie di corporatura; non esiste una rete migliore di un’altra in assoluto, ma è la scelta soggettiva e condizionata dalle proprie caratteristiche anatomiche a rendere preferibile una rete piuttosto che un’altra.

Anche la posizione assunta durante il sonno è una variabile fondamentale nella scelta: chi dorme abitualmente su un fianco, avrà bisogno di un supporto morbido per le parti più sporgenti del corpo, e di uno più elastico per adeguarsi alle parti concave.

Chi invece dorme supino, avrà necessità di un supporto particolarmente efficace nella zona delle spalle e del bacino, che sono le zone più aderenti al materasso.

Queste doghe a doppia arcata sono regolabili separatamente e collegabili a supporti lombari anch’essi regolabili, creando delle zone a “portata differenziata” con cursori di rigidità variabili, che consentono di adattare perfettamente la rete all’anatomia delle singole persone.

In questa rete si può regolare quindi la risposta elastica delle doghe, che, oscillando lievemente dall’alto verso il basso, offrono anche un leggero effetto basculante, finalizzato a mantenere una corretta postura del corpo.

TORNA AL MENU DELLA PAGINA

Supporto a doghe uniche.

Per l’acquisto di una rete matrimoniale a doghe, si pone il dilemma se optare per la soluzione consistente in coppie di doghe singole oppure in doghe uniche.

La rete standard matrimoniale a doghe uniche, a dimensioni larghe, prevede ovviamente un supporto centrale posizionato sotto alle doghe, che ha lo scopo di sostenere l’intera struttura, per garantire un’efficacia sicura ed evitare che, durante il sonno, in seguito a movimenti, si possano verificare degli spostamenti delle doghe.

Questi prodotti sono consigliati a persone che abbiano la medesima struttura corporea ed un peso similare, per evitare degli squilibri ponderali, potenzialmente pericolosi per l’assetto della rete.

La funzione del traverso centrale è quella di sostenere quasi completamente l’intero sistema letto. Bisogna tenere presente che questo tipo di rete è caratterizzato da una notevole rigidità di sostegno.

La rete a doghe uniche, composta da doghe intere per tutta la larghezza del letto, con un asse orizzontale di 160 centimetri, e da un supporto centrale per sostenerle in sicurezza, non viene proposta a chi considera la flessibilità come caratteristica principale.

Le doghe uniche sono convesse quando non sostengono alcun peso, per trasformarsi in più o meno piatte a seconda della posizione e del peso della persona.

È evidente l’importanza della flessibilità ed elasticità di una rete, accompagnate dalla certezza di un sostegno adeguato, in quanto il comfort non può mai prescindere dalla sicurezza.

Nei casi di reti a doghe uniche, la loro resistenza e durata sono garantite dalla solidità del telaio, generalmente costituito da legno multistrato di faggio ad alto spessore, dove le doghe sono inserite tramite invasi d’alloggiamento in resina termoplastica, che ne agevolano il movimento anche sotto carico.

L’azienda Nicoflex, con lo slogan “armonie del riposo”, è una produzione made in Italy che offre, tra le altre, una rete a doghe uniche matrimoniale ortopedica, con misura di 200x160x5 centimetri.

Il telaio è realizzato in acciaio e la sezione è di forma rettangolare.

Tale materiale è verniciato con polveri epossidiche di colore variabile dal grigio scuro al nero, in funzione della disponibilità al momento della produzione.

Le doghe sono in numero di quattordici, dalla struttura unica, realizzate in legno di faggio selezionato in base all’elevata resistenza.

La loro particolarità è quella di essere inserite a livello di sofisticati supporti anticigolio, in polietilene.

La verniciatura delle doghe viene effettuata con prodotti naturali, e ha la funzione di proteggere il legno nei confronti degli agenti esterni.

Le doghe sono provviste di una particolare pellicola che, insieme ai fori e alle scanalature, assicura un’ottimale circolazione dell’aria.

TORNA AL MENU DELLA PAGINA

Doghe tradizionali con cinghie trasferibili.

In alcuni modelli di reti a doghe sono presenti delle cinghie in tessuto elastico, molto resistente, posizionate verticalmente, la cui funzione è quella di assicurare una distribuzione ottimale e fisiologica del peso sul materasso.

Tali cinghie elastiche si intrecciano perpendicolarmente alle doghe, assecondandone la concavità e la convessità, e si fissano al telaio mediante procedure di allaccio molto robuste e dotate di meccanismi di sicurezza che assicurano un ancoraggio ottimale.

È anche possibile poter usufruire di speciali rinforzi ammortizzanti, posizionabili nelle zone in cui venga richiesto un sostegno maggiore, per favorire una corretta postura del corpo.

Questa tipica disposizione delle cinghie aiuta a mantenere la naturale curvatura delle doghe, con conseguenti vantaggi, che sono:

  • garantire una corretta posizione anatomica del corpo a riposo;
  • assicurare alla rete un elevato standard funzionale;
  • impedire eventuali (anche se improbabili) spostamenti delle doghe;
  • permettere di sostenere anche pesi rilevanti;
  • prolungare nel tempo la vita del prodotto.

TORNA AL MENU DELLA PAGINA

Doghe metalliche con supporti lombari.

Esistono alcuni modelli di reti a doghe realizzate con un sistema di sospensioni ad elevata elasticità, e con dei regolatori lombari che consentono di modulare la rigidità della rete al fine di poter sostenere anche pesi piuttosto ingenti.

In questo caso si parla di veri e propri regolatori di rigidità, capaci di potenziare il sostegno nei punti di maggior carico.

Particolarmente utile si è rivelato il regolatore della lordosi, che offre un ulteriore supporto per coloro che sono soliti dormire su di un fianco.

È risaputo che la zona lombare rappresenta un punto critico nella posizione orizzontale del corpo, in quanto la sua curvatura anatomica si presenta disassata rispetto alla colonna vertebrale.

Per questo motivo, al fine di mantenere una postura corretta ed anatomica durante il sonno, le reti a doghe più evolute hanno perfezionato questo sistema di supporti lombari che garantiscono un riposo ottimale.

Inoltre, questo innovativo sistema di supporti lombari consente di poter disporre di una rigidità regolabile e differenziata a seconda delle varie parti del corpo, per rispettare le caratteristiche fisiche e ponderali di ogni persona: chi ha un peso maggiore, necessita di un supporto più rigido, come effettivamente quello a livello lombare.

Soprattutto per questa tipologia di reti a doghe è consigliabile effettuare una prova del letto prima del suo acquisto, proprio per saggiarne la rigidità selettiva e la conseguente tollerabilità a livello anatomico.

TORNA AL MENU DELLA PAGINA

Reti a doghe con telaio in legno.

Il telaio di una rete a doghe rappresenta il substrato indispensabile affinché queste vengano inserite negli appositi alloggiamenti. Esso può essere costituito da legno di faggio (o betulla), oppure da ferro.

Il telaio in legno offre alcuni vantaggi, da considerare attentamente prima di un eventuale acquisto.

Come già accennato, il legno, essendo un materiale naturale, è dotato di un’elevata elasticità, che dipende dal tipo di cellule da cui è composto.

Rispetto al metallo, quindi, un telaio in legno è sicuramente più adattabile.

Inoltre, dato che deve alloggiare le doghe, pure di legno, dal punto di vista estetico offre una continuità molto elegante.

La robustezza di questo telaio è paragonabile a quella di un telaio in metallo, poiché il faggio multistrato offre ottime garanzie di sicurezza.

Quindi, al momento della scelta di un letto, l’aspetto fondamentale è quello di valutare molto attentamente i materiali costitutivi, soprattutto riguardo alle doghe, che, in ultima analisi, sono la componente più importante di tutto.

L’azienda Baldiflex offre una rete matrimoniale a doghe, interamente realizzata in legno di faggio. Le misure sono 140×190 centimetri.

La sua particolarità è rappresentata dal supporto centrale in legno. Gli angoli sono antinfortunistici. Lo spessore del telaio si aggira intorno ai 5,5 centimetri. Fuori discussione l’impatto estetico.

Anche Evergreenweb propone un articolo simile, si tratta però di una rete singola, con doghe in legno di faggio naturale, alta 35 centimetri.

Le misure sono standard, 80×200 centimetri. Assolutamente ortopedica, dispone di piedi avvitabili. Il legno di faggio si presenta nella forma di multistrato.

Il telaio elegantissimo interamente realizzato in faggio, offre un’ottima resistenza, ed essendo resinato è completamente privo di sostanze nocive.

Le gambe sono comprese gratuitamente e si presentano di forma affusolata.

È possibile scegliere l’altezza desiderata, tra le opzioni 25-30-35-40 centimetri. Importante la presenza di tappo antiscivolo in plastica per ciascun piede. Gli angoli sono stondati, in piena ottemperanza alle regole antinfortunistiche.

Le doghe sono quattordici, particolarmente resistenti, e dotate di uniformità di comportamento.

La resina è costituita unicamente da materiali naturali, per proteggere il legno da insulti provenienti dall’esterno.

TORNA AL MENU DELLA PAGINA

Rete a doghe in legno con telecomando.

Le reti a doghe, proprio per la loro struttura a listelli separati da spazi ed inseriti su un telaio fisso, si prestano ad una variazione del loro assetto.

Nel caso delle reti elettriche o motorizzate, la struttura della cornice esterna è composta da varie sezioni, collegate tra loro in maniera tale da consentire alcuni spostamenti che aiutano il sonno grazie alla capacità di regolare l’inclinazione delle loro principali parti costitutive.

Il migliore sistema-letto deve poter garantire di sostenere la schiena ed il peso del corpo in maniera differenziata a seconda delle diverse zone, offrendo a tutte le membra il rilassamento che consente di rigenerarsi: tutto questo si ottiene coricandosi su reti mobili.

Queste reti elettriche consentono di alzare ed abbassare lo schienale, e con esso il materasso, raggiungendo la posizione desiderata senza alcuna fatica.

Sono regolate da un telecomando che consente, a chi è disteso, di decidere quale inclinazione ottenere.

SCOPRI LE MIGLIORI RETI ELETTRICHE


La struttura portante (telaio) di questi letti meccanici è molto più spessa di quella dei letti classici a doghe, poiché deve sostenere anche il peso di tutti i meccanismi meccanici.

I supporti di tali reti sono realizzati con un materiale esclusivo, chiamato elastometro plastico, un polimero su cui viene inserita la doga in faggio multistrato, che non ha più alcuna possibilità di sganciarsi, garantendo la massima sicurezza.

Nelle reti elettriche con telecomando, inoltre, vengono evidenziate al massimo le differenti zone anatomiche del corpo; infatti la zona delle spalle e quella lombare risultano rinforzate dato che qui si concentra maggiormente il peso in fase distensiva.

Nella zona toracica e vertebrale le doghe sono incurvate verso il centro, per far aderire il corpo al materasso e questo alla rete, evitando dannosi affossamenti.

Queste sono le zone in cui si concentra la possibilità di regolazione, mediante le levette del telecomando, per alzare o abbassare lo schienale.

Il sollevamento è lento e graduale, mai a scatti, per assicurare il massimo conforto a chi giace sul materasso

Queste reti elettriche, tipicamente utilizzate negli ospedali per pazienti allettati per lunghi periodi, si sono rivelate molto utili anche per usi domestici, ad esempio per chi soffre di insonnia causata da dolori cervicali oppure alla schiena, per coloro che sono affetti da disturbi respiratori (asma o bronchiti croniche), o polmonari, da reflusso gastro-esofageo, e per le donne durante il periodo della gestazione, generalmente sovrappeso.

Anche le persone obese o con problemi articolari possono servirsi di tali presidi ortopedici meccanici.

È possibile anche sollevare la parte inferiore del corpo, qualora si soffre di problemi circolatori alle gambe, o di gonfiore ed edema alle caviglie.

Come accennato sopra, queste reti mobili sono utilizzate in caso di decorso post-operatorio.

Relativamente ai letti matrimoniali, le reti elettriche sono preferibilmente due singole affiancate, con meccanismi indipendenti di sollevamento, anche se è possibile utilizzare un’unica rete ad alzata singola, dotata di un solo motore per alzare lo schienale.

In questi casi, i materassi più adatti sono quelli in lattice, i memory oppure quelli schiumati, che sono i maggiormente performanti nei casi di movimento della rete. Altre tipologie di materassi, se posizionati su queste reti, potrebbero creare dei problemi di adesione.

Per evitare fastidiosi rumori causati dall’attrito delle varie parti, queste reti meccaniche con telecomando sono fornite di giunti antiscivolo posti tra le doghe, che assicurano un sonno tranquillo, evitando qualsiasi tipo di frizione tra i materiali.

I movimenti di queste reti sono generalmente prodotti da un motore funzionante a bassa tensione, che assicurano una riduzione sui consumi elettrici.

Inoltre il telecomando consente una regolazione efficace e soprattutto silenziosa delle posizioni di spalliera e pediera, che possono venire controllate sia separatamente che simultaneamente.

Marcapiuma è un’azienda che propone a questo proposito un prodotto esclusivo, dalla qualità eccellente.

Completamente made in Italy, la rete a doghe motorizzata con telecomando, matrimoniale, misura 160×190 centimetri, ed ha un’altezza di 35 centimetri.

Il telaio si presenta solido, è dotato di raccordi ammortizzanti, ed è costituito da un multistrato in legno di faggio.

Le doghe sono in numero di 52, in sezione misurano 38×8 millimetri, nella parte centrale della rete è possibile regolare la rigidità: ci sono dei cursori regolabili con doppie doghe, che assicurano l’importante facoltà di personalizzare.

Gli angolari sono realizzati in fibra di vetro ecologico e dispongono di coprispigolo.

L’inclinazione può assumere dieci diverse posizioni nell’alzata testa, e cinque nell’alzata piedi, il tutto mediante pratico telecomando. Articolo consigliatissimo!

TORNA AL MENU DELLA PAGINA

Rete a doghe motorizzata con doghe a doppia curvatura.

Le reti motorizzate con doghe a doppia curvatura rappresentano una variabile estremamente perfezionata rispetto alle classiche reti elettriche in quanto uniscono alla comodità del movimento la garanzia di un appoggio praticamente perfetto ed adattabile a qualsiasi esigenza.

La doppia curvatura, infatti, consente un alloggiamento ideale per ogni porzione del corpo, tenendo presente che, in posizione orizzontale, l’anatomia del nostro corpo subisce delle modificazioni, e pertanto deve venire accolta in maniera intelligente dalle doghe.

Letti di questa tipologia sono i più consigliati per coloro che soffrono di disturbi muscolo-scheletrici, come: sciatalgia, lombalgia, torcicollo, artrosi lombare.

In questi casi, regolando la posizione delle varie porzioni del letto, si ottiene l’inclinazione ottimale e più comoda per riposare, ed inoltre la doppia curvatura consente un sostegno differenziato e specifico per il corpo.

Questi prodotti vengono a ragione considerati il meglio nel panorama delle reti meccaniche.

Rete a doghe motorizzata con supporti regolabili su gomma.

Si tratta di reti meccaniche che, essendo dotate di supporti regolabili su gomma, consentono di migliorare la qualità del sonno grazie alle potenzialità basculanti delle doghe che ne esaltano l’azione ammortizzante.

Il sistema diventa una rete ergonomica e motorizzata, che unisce alla praticità del movimento, l’estrema comodità di appoggio, al fine di garantire una postura anatomica al corpo.

È risaputo che alcune sezioni della colonna vertebrale, come ad esempio quella lombare, richiedono un particolare sostegno durante il sonno.

La possibilità di montare le doghe su supporti in caucciù regolabili, consente di ammortizzare al meglio le sollecitazioni, creando un perfetto supporto anatomico.

Particolarmente raccomandata per coloro che sono soliti dormire di fianco, in quanto nella zona spalle sono montati dei supporti più morbidi, che permettono alla colonna vertebrale di mantenere una corretta e comoda posizione.

La scelta del caucciù come materiale costitutivo per i supporti dipende dal fatto che, trattandosi di un materiale naturale, esso si adatta molto bene alle sollecitazioni dinamiche delle doghe, minimizzandone gli effetti potenzialmente dannosi sulle varie parti del corpo.

Anche questi prodotti offrono delle prestazioni molto alte essendo frutto di perfezionate ricerche.

TORNA AL MENU DELLA PAGINA

Offerte reti a doghe.

TORNA AL MENU DELLA PAGINA

  • Categoria dell'articolo:Approfondimenti
  • Tempo di lettura:23 mins read