Migliori materassi a molle del 2021, la classifica.

I migliori materassi a molle del 2021, scopri la classifica, leggi le recensioni e scegli il migliore per le tue esigenze grazie alla nostra guida all’acquisto completa.

INDICE:

In commercio sono venduti una moltitudine di materassi, ma le classiche molle sono il particolare più conosciuto e richiesto nel mondo.

Questi materassi esistono da molti anni, e con il passare di essi c’è stato un avanzamento della tecnologia che ha favorito alla creazione di molti tipi di molle, definite per ogni caratteristica richiesta.

Sono molte le qualità che ogni materasso possiede: le molle che lo compongono, il loro numero ma anche l’imbottitura.

La tecnologia del materasso a molle permette di distinguere le forme e la larghezza delle molle, in modo tale adattarsi ad ogni necessità richiesta.

Anche l’imbottitura è importante, può essere in piuma d’oca, in lattice, in schiuma ecc… ovviamente è essenziale scegliere bene la sostanza da cui è formato, infatti in base alle molle e al materiale cambia la sua sofficità, ma anche il prezzo totale.

Come sono fatti?

Il materasso a molle è formato da diversi strati di imbottitura, nel mezzo sono presenti degli elementi metallici (molle) che supportano il peso del corpo nella sua totalità. Questi elementi metallici sono ravvicinati e in contatto tra di loro.

I materassi di oggi hanno le molle divise tra loro, quindi ognuna è isolata dalle altre.

Per questo motivo vengono chiamati materassi a molle insacchettate, infatti sono fatte molto semplicemente, ogni molla è chiusa in una sorta di fodera e questo la rende indipendente dal resto delle altre molle.

Quest’ultime sono chiuse in queste fodere e incollate tra di loro, quindi la resistenza ad essere compressa di cui è dotata la molla viene completamente annullata.

Dunque la spirale metallica non cambia minimamente forma, il peso viene distribuito sui vari sacchetti che inglobano le molle.

Le molle, appunto, essendo incartate singolarmente conferiscono un molleggio funzionale, dove si trova più o meno pressione e la struttura metallica formata dalle molle non viene minimamente coinvolta.

Comunque in entrambi i casi più molle sono presenti nel materasso, maggiore sarà il sostegno elastico di cui il materasso è dotato.

Queste molle praticamente reggono il peso del corpo, annullando le zone in cui è presente una tensione maggiore, quindi testa, collo, schiena e bacino.

Anche lo spessore è molto importante, l’altezza minima di un materasso deve essere almeno di 21 centimetri.

Per dormire in modo ottimale il peso deve essere distribuito uniformemente e non deve mai far affondare il corpo nel materasso, ma deve essere sostenuto bene da esso.

La morbidezza del materasso, o la sua durezza dipende principalmente dalle molle presenti. In presenza di coppie che hanno corporature diverse, grazie alle molle insacchettate, è possibile avere un materasso perfetto.

Praticamente una metà è più morbida, per la persona magra e l’altra rigida, per la persona un po’ più in sovrappeso.

Se tra voi e il partner c’è molta differenza di peso, in più o in meno, questo materasso è l’ideale.

Quante molle deve avere un materasso?

Un materasso singolo deve avere almeno 400 molle al suo interno, invece un materasso a molle insacchettate matrimoniale, essendo il doppio del singolo, deve averne almeno 800.

I migliori del 2021:

Migliori materassi a molle matrimoniali del 2021:

Migliori materassi a molle singoli del 2021:

Scopri tutte le misure dei materassi.

Come scegliere il migliore?

Esistono molti tipi di materassi a molle, ognuno sfrutta una tecnologia diversa per soddisfare qualsiasi esigenza.

Specialmente chi ha problemi con la schiena o soffre di obesità deve scegliere attentamente il materasso. Scegliere quest’ultimo in base alla corporatura è semplice: maggiore è il peso e più deve essere rigido il materasso.

Ovviamente questo è valido quando si pensa ad un grande peso, ma senza esagerare perché anche quelli più duri devono rispettare la curva naturale della spina dorsale.

Testare direttamente di persona il materasso che si pensa di acquistare è il miglior modo per prendere quello perfetto.

È semplice trovare quello adatto, sdraiandosi sul materasso con la schiena in giù provare a passare una mano lungo la parte posteriore.

Se la mano non passa il materasso è troppo morbido per quel determinato perso e infatti il corpo è sprofondato all’interno.

Diversamente se c’è troppo spazio il materasso scelto risulta troppo robusto e la colonna non poggia come dovrebbe.

Se si hanno dei dubbi si può puntare sui materassi ergonomici, cioè che si adattano al peso del corpo.

Quale scegliere?

Acquistare un materasso, è un’operazione suddivisa in più riprese. Inizialmente devono essere scelti i materiali da cui è composto, i supporti adatti e le dimensioni appropriate.

Per essere riposati al meglio e dormire bene non basta scegliere solamente il materasso giusto, ma anche le doghe in legno e i cuscini utilizzati.

Tra i diversi materassi e le diverse tipologie reperibili in commercio troviamo quelli in memory foam, cioè un materiale elastico che si adatta alla forma del corpo; il materasso a molle, è caratterizzato dalla sua elasticità; i materassi combinati, sono detti anche ibridi poiché possono essere formati in vari modi combinando memory foam e molle classiche.

Infatti possono essere composti da uno strato di memory e uno di molle, oppure uno di lattice e uno di molle ed infine lattice e memory.

Una persona particolarmente obesa oltre a dover scegliere un materasso rigido, deve anche prendere delle doghe resistenti e cambiarle più frequentemente di una persona con un peso corporeo normale. Invece per chi ha problemi di schiena l’ideale è prendere un materasso ortopedico.

Attualmente esistono pochi materassi realmente ortopedici, c’è chi vende un semplice materasso ergonomico spacciandolo per ortopedico, la prova più semplice da poter fare è chiedere se è detraibile dalle tasse.

Infatti i veri materassi ortopedici, quindi perfetti per chi soffre di mal di schiena, sono detraibili in quanto sono un presidio medico. Il loro prezzo sfiora i 2000 euro, ma in questo caso sono veramente spesi bene.

È normale che un materasso del genere possa essere scomodo per qualcuno, in quanto è sempre personale la scelta del materasso è delle doghe, come visto in precedenza.

Il materasso a molle è l’ideale per una persona che suda molto durante la notte, in quanto è creato appositamente per traspirare e mantenersi fresco e asciutto.

Anche il tessuto che ricopre il materasso ha la sua importanza, infatti esso dona prestigio al materasso stesso e quindi alza il suo prezzo.

Oltre a questo il rivestimento varia anche il comfort, la traspirazione e il suo utilizzo. I rivestimenti del materasso possono essere di diversi materiali: di poliestere, di cotone, viscosa e di altre fibre.

Scopri le migliori reti elettriche motorizzate.

I migliori marchi:

Materassi a molle Vesgantti:

Materassi a molle Mentor:

Materassi a molle Baldiflex:

Materassi a molle EVERGREENWEB:

Materassi a molle EcoDream:

Materassi a molle IRISETTE:

Domande degli utenti:

Quanto costa un materasso a molle?

Il costo varia in funzione della marca, delle dimensioni e dal numero di molle. Per scoprire il miglior prezzo online leggi: classifica e prezzo.

Qual è il miglior materasso a molle?

Per scoprire il miglior modello per le tue esigenze leggi la nostra guida all’acquisto completa di classifica sempre aggiornata con i migliori modelli: classifica.